TRATTAMENTI

Stimolatore midollare

Il posizionamento di uno stimolatore midollare, in inglese spinal cord stimulation (SCS), è una tecnica in grado di ridurre lo stimolo doloroso che arriva al cervello. Questa tecnica prevede l’impianto di un piccolo apparecchio (generatore) simile ad un pacemaker, sotto la cute dell’addome.

Collegato al generatore vi è un cavo (elettrodo) posizionato nelle vicinanze del midollo spinale nel cosiddetto spazio epidurale. 

Tramite impulsi elettrici opportunamente studiati, l’apparecchio è in grado di interferire con la trasmissione del dolore.

Questa procedura è indicata nei casi di dolore cronico lombare o degli arti che non è possibile controllare con il solo utilizzo di farmaci o con altre tecniche. L’intervento viene eseguito in due fasi, la prima fase consiste nel posizionamento dell’elettrodo e nel suo collegamento ad un generatore esterno.

Questa fase si chiama “Fase Trial” ovvero fase di prova e ci permette di verificare i risultati prima di effettuare un impianto definitivo. Nel secondo intervento un generatore di impulsi, verrà posizionato sotto la cute dell’addome.

L’impianto di uno stimolatore midollare è rivolto a quei pazienti con dolore cronico che non hanno ricevuto sufficiente beneficio dalle terapie conservative.
Un impianto SCS è indicato in caso di dolore cronico agli arti superiori o inferiori, dolore persistente causato da malattie degenerative come artrite, stenosi del canale vertebrale o da danni alle radici nervose o ai nervi, failed back surgery syndrome o altre condizioni quali angina, arteropatia obliterante o altri disturbi  vascolari, sclerosi multipla o danni al midollo spinale.